Turismo sostenibile, 10 mete nel mondo




Negli ultimi anni sono nati negli Stati Uniti due nuove aree protette abitate da tribù indiane: i monumenti nazionali di Bears Ears, nello Utah, e Gold Butte, in Nevada.




Caminos de Osa è una nuova rete di sentieri della penisola di Osa, in Costa Rica, che riduce il numero di turisti del parco nazionale Corcovado e unisce, per la prima volta, i tanti villaggi della zona




Termineranno nel 2017 i lavori della Great Trail, la strada senza auto più lunga del mondo. Il percorso attraversa il Canada, dal Labrador a Vancouver, dall’oceano Pacifico al mar Glaciale Artico. Il tracciato misura 21.452 chilometri, che presto arriveranno a essere 24mila, collegando montagne, laghi e intere metropoli.




In Islanda , precisamente a Vatnajökull, si trova un’area naturale di 12mila chilometri quadrati, che sta per diventare parco nazionale. Il progetto avviato nel 2008 sta per trasformare le terre selvagge dell’interno, che ricoprono il 70 per cento dell’isola, in un’area naturalistica per tutti.






In Perù è stata inaugurata la nuova funivia di Kuélap che permette di raggiungere in 20 minuti uno dei più grandi siti archeologici locali, un’enorme struttura in pietra costruita tra i secoli VI e XVI dalla popolazione dei Chachapoyas, nella foresta amazzonica.




A Yala, nello Sri Lanka, sorge il Mahoora Tented Safari Camp, area naturale dove fare safari con esperti naturalisti e pernottare negli alloggi ecosostenibili.




E’ arrivata anche in Italia la moda dei B&B ecologici. Come Ecobnb, rete di alloggi sostenibili in spazi naturali come nelle Alpi Giulie, nel parco nazionale della Majella, in Abruzzo e nel parco regionale Boschi di Carrega, vicino a Parma. Tra le proposte turistiche più interessanti c’è l’agriturismo La Piantata, in provincia di Viterbo, che ha creato un insieme di capanne sugli alberi, circondato da profumati campi di lavanda, e trasformato in comodi alloggi.




Ammirare le stelle, oggigiorno, è sempre più difficile. Dal 2007 tuttavia l’Unesco ha sostenuto il progetto Starlight, che certifica i luoghi con le condizioni migliori dove contemplare le stelle. Tra i siti più favorevoli ci sono la Nuova Scozia in Canada, La Palma in Spagna, la cilena Valle del Elqui e Santo Spirito, isola della Baja Californiana messicana, un vero paradiso nel mar de Cortés.




Nelle Hawaii si trova il monumento nazionale marino di Papahānaumokuākea, attualmente l’area marina protetta più grande del mondo. Qui ci sono più di 7mila specie marine, tra cui la tartaruga verde e la foca monaca hawaiana.




Nel parco regionale di Anykščių, a 112 chilometri a nord di Vilnius, in Lituania, c’è un’area boscosa di più di 15mila ettari tra le montagne del nordest del Paese, dove sono state costruite una torre d’osservazione e una passerella in legno, installazione eco-turistica che permette di attraversare il bosco passando sulle cime degli alberi.

Il 2017 è l’anno del turismo sostenibile, ovvero di tutta una serie di buone pratiche legate al turismo che aiutano l’ambiente e sensibilizzano il viaggiatore ad un approccio con il viaggio più slow e più a dimensione d’uomo.

In quest’anno, quindi, maggiore attenzione verrà data a chi propone di viaggiare in maniera rispettosa e consapevole, con un impatto ambientale basso e che favorisca le economie più in difficoltà, riconoscendo “l’importanza del turismo internazionale, e in particolare la designazione di un anno internazionale del turismo sostenibile per lo sviluppo, nel promuovere il tema fra il maggior numero di persone possibile, nel diffondere consapevolezza della grande patrimonio delle varie civiltà e nel portare al riguardo un miglior apprezzamento di valori intrinsechi delle diverse culture, contribuendo così al rafforzamento della pace nel mondo", secondo quanto deciso dall’ONU.

prosegui la lettura

Turismo sostenibile, 10 mete nel mondo pubblicato su Travelblog.it 28 febbraio 2017 11:52.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *