Transiberiana/Transmongolica | Guida alla sopravvivenza

Il viaggio in transiberianaè pieno di sorprese e inconvenienti.È come stare sulle gambe di un padre ormai stanco con le ginocchia dinoccolate che mollemente ti fanno saltellare.Tossisce e procede lentamente. L'interno è vecchio, come l'esterno. Il bagno ha un che di sanitario nell'aspetto grazie al metallo, in realtà è una latrina con un rotolo di carta igienica che dovrà bastare per una settimana di viaggio per i 40 passeggeri in ogni carrozza. Fin dai primi giorni si sporcherà e finirà l'acqua finché l'unica cosa che rimarrà sarà l'ingegno umano.

Fuori dal finestrino, Transiberiana/Transmongolica, Russia-Mongolia-Cina, 2013

Cosa rimane dunque? ACQUA BOLLENTE! L'unico elemento presente e permanente con cui potrete sbizzarrirvi per la vostra sopravvivenza on board. Questa la troverete alla fine di ogni carrozza in taniche con erogatori, le noterete perché solitamente vengono prese d'assalto nei momenti di colazione, pranzo e cena.

Erogatore d'acqua, Transiberiana/Transmongolica, Russia-Mongolia-Cina, 2013

Nonostante questo bene prezioso a bordo, solo degli stolti come noi potevano portarsi da mangiare per un viaggio di 5 giorni in Transiberiana solo: pane, nutella e un pezzo di formaggio. Dopo aver passato in rassegna il supermercato moscovita prima della partenza, per farci venire in mente cosa avremmo potuto mangiare a bordo ne usciamo con quelle tre cose nella speranza che fossero sufficienti.

Street food, Transiberiana/Transmongolica, Russia-Mongolia-Cina, 2013

La cose positiva, per chi come noi non si porta un granché, sono le forti donne che troverete ad alcune fermate ad aspettarvi sulla banchina con manicaretti fatti in casa come ravioli (Pelmeni) o uova. Ci sono inoltre dei baracchini stabili, ma questi tendono a sparire dopo i primi due giorni di viaggio. Dunque, tutto ciò che rimane è…la CABINA RISTORANTE….terribile, orribile e costosa senza nessuna motivazione. Non è una cosa su cui potete contare, ecco perché vi daremo qualche dritta per la vostra sopravvivenza alimentare e igienica:

Street food, Transiberiana/Transmongolica, Russia-Mongolia-Cina, 2013

-Cibi precotti, come noodles, di quelli che basta aggiungere l'acqua e il gioco è fatto (personalmente non li trovo buoni, ma i ragazzi Inglesi e Canadesi che hanno viaggiato con noi li hanno amati). Questi si possono trovare in speciali reparti del supermercato a Mosca e ancora di più in Mongolia.

Noodles istantanei, Transiberiana/Transmongolica, 2013

-Tè e bevande solubili con zucchero;-Carne in scatola o salame;-Biscotti e dolci a non finire (il viaggio è lungo e quando ci si annoia beh… lo zucchero è il migliore amico dell'uomo);-Salatini, patatine e crackers;-Posate e tazze;-Fazzoletti e carta igienica;-Salviette umide per il corpo;-Acqua;-Se trovate il modo per lavarvi i denti senza acqua…beh usatelo!
Questo è ciò che vi serve per rimanere coscienti e felici nel vostro lungo viaggio in Transiberiana/Transmongolica.
Se avete altre idee o altre esperienze scrivetele qua sotto, potrebbero aiutare a completare l'articolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *